Danubio dolce con lievito madre

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Ricette
  • Commenti dell'articolo:0 commenti
Danubio dolce con lievito madre
Danubio dolce con lievito madre

Una brioche farcita con marmellata e uvette.

Dopo il Danubio salato, proviamo una versione dolce, ma con il lievito madre….sperimentando: danubio dolce con lievito madre.

La farcia va un po’ a gusto o anche in base a quello che abbiamo in casa anche se nel caso delle brioches meglio utilizzare marmellate che mantengono gli impasti morbidi; il cioccolato, ad esempio secca gli impasti.

Noi abbiamo fatto un ripieno con una marmellata ai frutti rossi e dei frutti rossi essiccati.

Ma bando alle chiacchiere, si cucina!

Ingredienti per realizzare un Danubio dolce con lievito madre

Impasto

  • 140 g di lievito madre rinfrescato e portato al raddoppio
  • 400 g di farina 00 manitoba
  • 130 g di latte
  • 1 uovo intero
  • 50 g di panna fresca
  • 70 g di zucchero
  • 80 g di formaggio Philadelphia
  • 25 g di burro a temperatura ambiente
  • 6 g di sale

Ripieno

  • 150 g di marmellata (quella che preferite)
  • 30 g di frutti essiccati oppure uvetta sultanina

Decorazione

  • zucchero a velo

Stampo circolare diametro 25 cm.

Procedimento per preparare un Danubio dolce con lievito madre.

Preparare la farcia con marmellata e frutti essiccati/uvette. Lasciare riposare fino al suo utilizzo.

Mettere il lievito madre spezzettato in planetaria ed aggiungere il latte e lo zucchero. Cominciare a far sciogliere il lievito fino a quando diventa cremoso. Aggiungere la panna e poi la farina un po’ per volta. Amalgamare tutti gli ingredienti ed aggiungere l’uovo e far e assorbire e poi il formaggio.

Infine il sale e per ultimo il burro morbido a fiocchetti, sempre in più riprese facendo assorbire bene ogni pezzo all’impasto.

Alla fine l’impasto sarà morbido, ma incordato.

impasto pan bioche
impasto pan bioche

Rovesciare il composto sul piano di lavoro infarinato leggermente, dare una leggera pirlatura e lasciarlo riposare per 15 minuti.

impasto pirlato
impasto pirlato

Dividere l’impasto in 10 pezzi uguali (pesare l’impasto e dividerlo per 10).

Allargare ogni pezzo d’impsto e mettere al centro un po’ di ripieno.

Richiudere a margherita e sigillare bene i bordi, poi formare una bella pallina da inserire nello stampo ben imburrato.

Coprire con coperchio oppure pellicola e mettere lo stampo a lievitare in forno chiuso, fino a quando l’impasto non raggiunge i bordi dello stampo (ci vorranno diverse ore).

Noi abbiamo lasciato lievitare tutta la notte ed al mattino abbiamo trovato il nostro Danubio così

Danubio dolce da infornare
Danubio dolce da infornare

Coprire il danubio dolce con una spolverizzata di farina manitoba.

Mettere a cuocere in forno, modalità statica, preriscaldato a 170° per 35 minuti.

Far raffreddare prima di sformare.

Questo il risultato:

Danubio dolce con lievito madre
Danubio dolce con lievito madre

Ecco l’interno ……… super goloso

Danubio dolce con lievito madre
Danubio dolce con lievito madre

Consigli ed alternative al lievito madre

Si può utilizzare il lievito di birra fresco (18 g) inserendo 180 g di latte e 485 g di farina. Stesso procedimento, ma la lievitazione sarà molto più veloce (un paio d’ore circa).

Nel caso voleste un Danubio più alto utilizzare uno stampo di diametro inferiore (20/21 cm) in modo da avere uno sviluppo verticale.

Ecco quale sarebbe il risultato

Foto finale prima della degustazione

Danubio dolce in uno stampo piccolo
Danubio dolce in uno stampo piccolo

Questo Danubio dolce ha un ripieno a base di marmellata di fichi e uvetta sultanina….strepitoso.

Danubio dolce ai fichi
Danubio dolce ai fichi

Dopo aver declinato il Danubio dolce in tutte le sue varianti:

  • con lievito madre
  • utilizzando lievito di birra fresco
  • medio alto e soffice
  • con sviluppo verticale quindi altissimo
  • ripieno di marmellata e frutti rossi
  • farcito con marmellata di fichi e uvette

non ci resta che inventare il nostro personale Danubio dolce.

Se invece siete amanti del salato ecco la ricetta del Danubio salato:

Titti e la sua

logo cucina chiacchierina

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare