Quarantena in cucina cosa rimarrà

quarantena in cucina cosa rimarrà
quarantena in cucina

Quarantena in cucina cosa rimarrà: le ricette degli italiani in quarantena….ma cosa rimarrà?

In questi due mesi di confinamento tutti gli italiani si sono improvvisati chef e pasticcieri, per passare il tempo, per distrarsi dalle brutte notizie, per condividere queste attività con tutta la famiglia. Insomma, il cibo e la sua preparazione hanno costituito il conforto degli italiani.

Ma cosa hanno preparato?

Avendo più tempo a disposizione, si cominciava dalla preparazione della colazione a base di pancakes con yogurt e frutti di bosco, torta di mele e mille varietà di biscotti: golosi, cioccolatosi e persino light e salutari.

pancakes spugnosi eleganti e golosi
pancakes spugnosi eleganti e golosi
torta di mele
torta di mele semplice e veloce
biscotti di mais e miglio
biscotti di mais e miglio
biscotti con avena e mandorle
biscotti con avena e mandorle

Si proseguiva poi con i primi. Qui pare che la pasta più cucinata sia stata la classica pasta al tonno, almeno per i meno esperti.
I più audaci hanno osato con gnocchi, tagliatelle, risotti, ravioli e tortellini, tutti homemade.

tagliatelle
tagliatelle

La regina indiscussa della quarantena è stata però la PIZZA fatta in casa: bianca, con la mozzarella, con le verdure. La pizza del sabato sera è rimasta nelle abitudini degli italiani, ma rigorosamente impastata in casa e con la collaborazione di tutti i membri della famiglia.

pizza fatta in casa
pizza fatta in casa

Ma cosa rimarrà delle nuove abitudini degli italiani di questi ultimi mesi?

Mi auguro che:

  • non si abbandonino i negozi di quartiere che ci hanno supportato con ordinazioni telefoniche e consegne a domicilio;
  • le donne, lavoratrici e massaie, vedano la cucina come un’attività fatta di inventiva, creatività, fantasia e necessità, come dimostrano le ricette delle nonne inventate in tempi di carestie. Tutti noi abbiamo il ricordo di ricette buonissime fatte dalle nonne, ma senza bilancia , senza robot da cucina, senza lievito per dolci e spesso utilizzando gli avanzi. Quindi, si possono realizzare gustosissimi piatti con quello che la dispensa offre senza andare al supermercato a comprare tutti gli ingredienti che una ricetta prevede;
  • abbiamo imparato che se non abbiamo le uova possiamo fare ugualmente le polpette utilizzando le patate lesse e che il lievito per dolci può essere sostituito da un pizzico di bicarbonato unito al succo di limone;
  • finalmente ci siamo resi conto che esiste il tempo libero, l’abbiamo degustato, ci è piaciuto e lo vogliamo tenere nella nostra vita.

Cosa pensate di portare con voi nell’era post-Covid?

Titti

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare