Decluttering uguale pulizia esterna ed interna

Decluttering uguale pulizia
Decluttering

Decluttering uguale pulizia esterna ed interna: liberarsi del superfluo e fare spazio al nuovo.

Dopo aver letto il famosissimo libro  della Marie Kondo (il magico potere del riordino), regalatomi dalla mia amica Rossana, ho cominciato ad analizzare meglio questo termine inglese, oramai tanto di moda: decluttering

Cosa significa? E’ un termine che, come altre parole inglesi, una volta tradotto in italiano richiede l’uso di più voci: liberarsi dal superfluo in casa, ma anche nella nostra testa: insomma fare ordine.

Pare infatti che il metodo giapponese suggerito dalla Kondo trasformi i nostri spazi, ma soprattutto trasformi la nostra vita.

Molti di noi  tendono ad accumulare, stipare di tutto: dai vestiti agli oggetti di casa, ai vecchi libri e quaderni. Un’ infinità  di oggetti ci sommergono all’interno di abitazioni e uffici sempre più piccoli e ci soffocano. Alla fine non troviamo mai quello che cerchiamo.

A me è capitato di continuare a comprare stick di colla per la mia bambina e poi in un trasloco ne ho trovato una scatola piena. Allora mi sono detta: a cosa serve conservare accuratamente se poi non ricordo di avere e all’occorrenza vado a comprare???

Quindi, pronti via con una campagna di “decluttering”.

Comincia la terapia di alleggerimento. Ci ritroveremo a disfarci di cose delle quali nemmeno una volta, in futuro, sentiremo il bisogno di avere.

Di pari passo con  l’ordine e l’organizzazione degli spazi va la serenità perché nella filosofia zen il riordino fisico è un rito che produce tantissimi vantaggi spirituali. Aumenta la fiducia in se stessi, libera la mente e ci solleva dall’attaccamento al passato, valorizza le cose davvero importanti e ci porta a diventare più parsimoniosi negli acquisti.

Il caos è invece l’allontanamento dell’introspezione e della conoscenza.

Sull’argomento ho letto un bellissimo articolo della coach del benEssere Bruna Ferrarese che va oltre e si spinge fino al “decluttering mentale”, vi riporto qualche passo e vi consiglio di leggerlo:

…. una volta apprezzato il decluttering degli spazi in cui viviamo, la scoperta più interessante è rivolgere l’attenzione a noi stessi per chiederci “cosa posso eliminare che avverto come negativo per fare posto alla serenità e alla felicità?

Pensieri negativi ricorrenti, rimuginio su situazioni ormai lontane nel tempo, sensi di colpa per eventi che ormai non possiamo più cambiare, senso di inadeguatezza o di impotenza, tutto questo inquina la nostra mente e il nostro spirito facendoci rivivere emozioni che spengono le nostre energie e condizionano il nostro agire presente.

Come fare “decluttering mentale” e regalarci la prospettiva di un nuovo modo di essere?

Personalmente cerco sempre di scegliere soluzioni semplici da mettere in pratica. Per me funzionano e le condivido volentieri con voi in ordine sparso.

Questo è il primo decluttering da fare: imparare a perdonare noi stessi. Le cose sono andate in un certo modo e non possiamo ripararle, dobbiamo lasciarle andare.

Fanno parte delle esperienze che la vita ci ha proposto e ci serviranno per il presente, per evitare gli stessi errori ma quella persona non siamo più noi.

Guardiamo un’ultima volta a quelle situazioni come se fossero un quadro animato e poi prendiamo le distanze e incamminiamoci verso il futuro.

Non è semplice ma aver cura di sé è la cosa più importante.

In sintesi, conservate solo ciò che vi rende felici, ciò che suscita una emozione gradevole, siano oggetti, pensieri, ricordi o persone” il resto è un fagocitatore di spazio e di energie.

Sono consapevole che si tratti di un percorso da imparare e quando mi occupo di coaching del BenEssere per aiutare le persone in questo processo, le rassicuro che l’importante è iniziare e poi i benefici sono talmente evidenti che la motivazione a proseguire in questa nuova prospettiva di vita rende tutto più agevole e irrinunciabile! …..”

Ecco il link per godere dell’articolo in versione integrale: https://www.brunaferrarese.com/2019/09/05/decluttering-ovvero-pulizie-di-primavera-dentro-e-fuori-di-noi/

Quindi, concluderai, prima di Natale un bel total decluttering ci sta, per iniziare il nuovo anno al meglio!

Titti

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare

Chiudi il menu