La storia di Agata: pastry cake in Badolato

la storia di Agata pastry cake in Badolato
la storia di Agata

La passione per la pasticceria che vuole trasformarsi in opportunità lavorativa….in attesa di un’autorizzazione per aprire la sua IAD (impresa alimentare domestica).

Conosciamo la storia di Agata e la sua favola.

Agata nasce in un piccolo comune calabrese, sulla costa ionica: Badolato (CZ), uno splendido borgo medievale caratterizzato da un impianto bizantino con numerose chiese disposte a forma di croce latina e da molti vicoli caratteristici.

Nata e cresciuta in un posto magico ha sempre preparato torte e dolcetti per la sua famiglia ed i suoi amici anche quando il suo lavoro la portava altrove.

Un giorno decide di lasciare il suo lavoro che la tiene fuori di casa, lontana dalla sua famiglia, per troppe ore al giorno.

Recuperato il suo tempo riprende in mano mattarello e sac à poche e comincia a leggere ed informarsi sulle novità dell’arte pasticciera.

In quel periodo sul web impazzava la “cream tart” e lei decide di cimentarsi nella realizzazione di questo dolce di tendenza.

Era il 2018 ed i social erano già molto attivi nella presentazione di piatti gourmet, preparati in casa, e torte megagalattiche a più piani per festeggiare compleanni e ricorrenze varie. Agata decide di buttarsi e mettere in rete la sua prima creazione, questa

cream tart
cream tart

E poi?????

Tutti apprezzano la creazione di Agata dandole la carica per continuare a pasticciare, ma questa volta lei avverte la necessità di una formazione adeguata, basta sperimentare da autodidatta.

Frequenta un corso semestrale che le dà ottime basi per iniziare a sperimentare e creare.

Da allora, un volo senza soste: pasticcini, torte, macarons per parenti ed amici, sempre più belli e perfetti ….come le dicono tutti “da pasticceria”.

Ecco quindi la decisione di mettere su un proprio laboratorio, all’interno della sua casa, insomma una IAD (impresa alimentare domestica): lavorare da casa, preparando e vendendo torte, pasticcini ed ogni ben di Dio in un regolare laboratorio domestico che le consente di trasformare una passione in un lavoro retribuito.

Tutto è pronto:

  • forno professionale
  • planetaria professionale
  • sfogliatrice
  • formine e stampi di ogni tipo
  • marise, sac à poche, spatole e beccucci

La gamma dei prodotti da realizzare già provata, migliorata ed in continuo aggiornamento.

Ecco solo alcuni esempi del grado di eccellenza raggiunto:

macarons
macarons da fare invidia a Ladurée

Agata utilizza moltissimo la panna per decorare le torte, certo la pasta di zucchero sarebbe molto più facile da lavorare, ma anche molto meno buona e allora: che panna sia

torta decorata con rose di panna
torta decorata con rose di panna

Il pezzo forte di Agata è la torta “red velvet“: morbido pan di Spagna colorato di rosso fuoco e farcito con tanta panna super pannosa

torta di red velvet
torta red velvet

Non posso non menzionare i super meravigliosi croissant sfogliati a mano

croissant sfogliati a mano
croissant sfogliati a mano

Non sono una pasticciera, ma ho una certa praticaccia di cose eccellenti e penso che l’unico commento che si possa fare a questa foto sia: la perfezione in un piatto.

Conclusioni

Mi sembra tutto molto chiaro:

Agata è pronta, preparata, attrezzata e piena di entusiasmo per un nuovo inizio, magari il passo successivo saranno le spedizioni fuori Regione, così tutti potranno gioire delle sue bontà.

Non ci resta che dire:

Agata, grazie per averci fatto entrare nel laboratorio della tua vita professionale e personale.

Facci sapere quando ci sarà l’inaugurazione della tua IAD, a proposito….come si chiamerà?

Sorpresa!!!!!!!

Titti – “Cucina Chiacchierina”

Lascia un commento