Biscotti da inzuppo petit beurre

biscotti da inzuppo petit beurre
biscotti da inzuppo petit beurre

I biscotti petit beurre sono così belli che non ho resistito dal provare a scopiazzarli: ottimo risultato.

Richiedono l’apposito stampino che si trova nei negozi online o specializzati nel settore e sarà subito biscotti da inzuppo petit beurre.

stampino per biscotti petit beurre
stampino per biscotti petit beurre

La mia amica Mariella, maestra di bellezze culinarie, li prepara egregiamente e allora mi sono fatta consigliare, anzi mi sono fatta raccontare tutto su questi biscotti meritatamente famosi.

Lei mi ha consigliato di utilizzare la pasta frolla del Maestro “Montersino” ed io ho eseguito senza batter ciglio.

Per chi non li conosce, i “petit beurre” sono biscotti secchi di origine francese, nati a Nantes nel 1886 dalla fantasia di Louis Lefèvre-Utile.

Questo dolce secco divenne ben presto famoso oltre i confini della Francia e i “petit beurre” vennero subito copiati dai concorrenti del suo biscottificio.

I “petit beurre”, quelli originali, hanno una superficie liscia caratterizzata da 24 piccolissimi fori disposti in quattro righe per sei colonne intervallati con la scritta LU PETIT – BEURRE, dove LU indica Lefèvre-Utile.

Procediamo con le imitazioni.

Ecco la lista degli ingredienti utilizzati e del procedimento.

Ingredienti per realizzare una ventina di biscotti da inzuppo petit beurre (dipende dallo spessore)

  • 250 g di farina 0
  • 150 g di burro freddo da frigo
  • 100 g di zucchero a velo
  • 40 g di tuorlo d’uovo
  • 1 bacca di vaniglia
  • la scorza grattugiata di mezzo limone e mezza arancia
  • un pizzico di sale

Procedimento

Nel mixer inserire la farina con lo zucchero, aggiungere i semi della bacca di vaniglia ed il burro freddo di frigo tagliato a cubetti, azionare fino ad ottenere un composto bricioloso.

Aggiungere i tuorli, le scorzette di agrumi ed il sale al composto nel mixer, azionare di nuovo per pochi istanti.

Trasferire il composto sul piano infarinato, formare un panetto ed avvolgerlo nella pellicola.

Far riposare in frigo per mezz’ora circa.

Riprendere la frolla, stenderla spessa 5 mm.

Coppare con l’apposito stampino a stantuffo (fare prima una pressione e poi pigiare lo stantuffo per imprimere la decorazione). Agire con delicatezza per non rovinare i biscotti.

Posizionare i biscotti su una teglia microforata coperta con apposito tappetino microforato. In mancanza utilizzare una teglia normale coperta di carta forno.

Far riposare i biscotti in frigorifero per circa 30 minuti.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°, modalità ventilata per 15/18 minuti circa (devono dorare).

Lasciare in teglia fino al completo raffreddamento.

Ecco la mia versione “LU/Mariella/Montersino”, non me ne voglia nessuno!

biscotto petit beurre
biscotto petit beurre

Conclusioni e suggerimenti

Ringraziando la splendida amica Mariella, consiglio a tutti di provare a realizzare i biscotti fatti in casa per la colazione della famiglia: la bontà già dal primo mattino.

Anche per questi biscotti super tradizionali si può mettere in campo la fantasia e farli magari al cacao (basta togliere 20 g di farina ed aggiungere 20 g di cacao), ma anche al tè matcha, con farina di castagne e cioccolato, e altro.

Ecco un esempio:

Petit beurre black and white
petit beurre black and white

Titti e la cucina chiacchierina biscottosa.

logo cucina chiacchierina

Lascia un commento