Crackers con esubero di lievito madre

crackers fatti con esubero lievito madre
crackers con semi di sesamo e papavero fatti con esubero lievito madre

Una ricetta veloce per recuperare l’esubero di lievito madre che altrimenti andrebbe buttato.

Dopo aver realizzato il mio lievito madre devo procedere ai rinfreschi ogni 4/5 giorni ed ogni volta ne rinfresco solo 100 g per non avere una quantità industriale di lievito madre e allora cosa ne faccio dell’esubero? Crackers con esubero di lievito madre.

lievito madre
lievito madre

Ingredienti per realizzare crackers con esubero di lievito madre

  • 140 g di lievito madre (è quello che in genere mi avanza dopo aver prelevato 100 g di lievito madre per il rinfresco)
  • 68 g di farina 00
  • 25 g di acqua minerale naturale
  • 20 g di olio d’oliva
  • 5 g di sale
  • semi di papavero e semi di sesamo

Procedimento

Metto in planetaria (posso impastare benissimo a mano ponendo gli ingredienti in una ciotola) il lievito madre e l’acqua e comincio ad ammorbire l’impasto.

Aggiungo la farina e procedo ad impastare con la planetaria. Metto a filo l’olio d’oliva e continuo ad impastare. Infine spargo il sale sull’impasto e lascio ancora impastare il tutto.

Estraggo il composto dalla planetaria, se necessario lo lavoro qualche minuto con le mani, faccio una palla, la metto in pellicola e la lascio riposare 30 minuti circa.

Stendo con il mattarello

Riprendo il composto, lo appiattisco un po’ con le mani, lo pongo su una spianatoia leggermente infarinata ed infarino leggermente anche il mattarello.

Stendo l’impasto dello spessore che desidero (i crackers troppo sottili tendono a bruciare), diciamo circa 3 mm.

Nel caso la pasta non si dovesse stendere facilmente e dovesse tornare indietro, faccio riposare altri 15 minuti e poi riprovo a stendere.

Formo i crackers

Una volta allargato l’impasto, posso tagliare dei quadrati o dei rettangoli, oppure posso coppare l’impasto con le forme che preferisco (noi abbiamo utilizzato un coppapasta quadrato).

Man mano che realizzo i crackers li pongo sulla teglia coperta di carta forno.

Poi faccio dei buchetti su ciacun cracker con i rebbi della forchetta ed infine spennello con olio d’oliva ed aggiungo i semini che preferisco oppure delle erbe aromatiche, ma vanno benissimo anche lisci

crackers da infornare
crackers da infornare

Cottura

Cuocio in forna preriscaldato a 200°, modalità ventilata, per 12/14 minuti (dipende dallo spessore dei crackers).

crackers con salmone e pecorino
crakers con salmone e pecorino

Conclusioni e suggerimenti

Devo assolutamente elencare le virtù di questi crackers:

  • sono buonissimi
  • sono sanissimi
  • li preparo secondo i miei gusti (spessi/sottili/con sesamo/con sale in superficie/con poco sale o addirittura senza sale se li voglio utilizzare con i salumi)
  • si tratta di una ricetta antispreco, perchè mi consente di non buttare il lievito madre in esubero
  • infine, vi dò qualche idea per presentarli al meglio come si trattasse di un cibo raffinato e sofisticato
crackers con salmone, panna acida e aneto
crackers con salmone, panna acida, aneto e pepe
  • oppure semplicemente, fate dei paninetti di crackers farciti con abbondante salmone, completate con origano o pepe e non dimenticate un buon bicchiere di vino
crackers con salmone per aperitivo
crackers con salmone per aperitivo
  • ancora più easy: crackers con salmone, vino e pecorino
crackers,  pecorino e salmone
crackers, pecorino e salmone

Che ne dite?

Titti e Mariachiara

Lascia un commento